martedì 17 maggio 2011

IL PANE RUBATO

Oggi vorrei scrivere alcune mie riflessioni alla luce dei risultati elettorali per le amministrative 2011.
La prima riflessione è sul cosiddetto voto di protesta degli italiani dato ai candidati del movimento a 5 stelle. Siamo sicuri che sia un semplice voto di protesta? Voto di protesta lo definirei se si fosse ripresentata la famosa pornostar Cicciolina e a questa sarebbe andato il voto degli italiani come già successo anni fa, ma così non è stato.
Possibile che nessun politico rifletta sulla capacità del cittadino di volere e poter fare politica? o forse si tende e minimizzare questo voto perchè i più grandi partiti hanno paura di una politica fatta dal basso? hanno forse paura di un movimento fatto da cittadini onesti e probabilmente molto più competenti su cosa fare realisticamente per ottenere il meglio per i propri concittadini? hanno forse paura dell'onestà che toglierebbe loro il pane rubato ai cittadini fino ad oggi? Ho sentito le considerazioni più assurde su questo voto, considerazioni del tipo, che "è ora che i candidati del movimento scendano in campo per capire come si fa politica" definendoli addirittura dei "bambini che fino ad ora hanno giocato", cercando di inculcare il concetto che loro non siano in grado di fare politica.......... certo, tolti pochi individui, se si intende la politica come mezzo per acquisire sempre più potere e fare i propri "porci" comodi, allora è vero che il cittadino onesto non può farla la politica!!!
Vi riporto in ogni caso alcuni risultati elettorali del movimento a 5 stelle:

  • Bologna - Massimo Bugani - 19.969 - 9,50% - Movimento 5 Stelle - 17.778 - 9,40%
  • Ravenna - Pietro Vandini - 8.452 - 9,83% - Movimento 5 Stelle - 7.347 - 9,30%
  • Rimini - Luigi Camporesi - 8.487 - 11,32% - Movimento 5 Stelle - 7.655 - 11,76%
  • Cento - Raffaele De Sandro Salvati - 966 - 4,91% - Movimento 5 Stelle - 898 - 5,81%
  • Cesenatico - Alberto Papperini - 2.019 - 14,16% - Movimento 5 Stelle - 1.845 - 14,47%
  • Finale Emilia - Carlo Valmori - 327 - 3,61% - Movimento 5 Stelle - 314 - 3,95%
  • Salsomaggiore Terme - Fabrizio Crinò - 671 - 6,16% - Movimento 5 Stelle - 621 - 6,48%
  • Codigoro - Andrea Castagnoli - 1.135 - 15,02% - Movimento 5 Stelle - 1.135 - 15,02%
  • Tresigallo - Eleonora Castaldini - 221 - 7,89% - Movimento 5 Stelle - 221 - 7,89%
  • Vigarano Mainarda - Emanuele Andreatta - 389 - 8,08% - Movimento 5 Stelle - 389 - 8,08%
  • Sala Braganza - Giuseppe Distante - 283 - 9,58% - Movimento 5 Stelle - 283 - 9,58%
  • Rottofreno - Eduardo De Luca - 575 - 9,49% - Movimento 5 Stelle - 575 - 9,49%
  • Castellarano - Denis Severi - 601 - 7,27% - Movimento 5 Stelle - 601 - 7,27%
  • San Martino in Rio - Alessandro Bussetti - 323 - 7,73% - Movimento 5 Stelle - 323 - 7,73%

Se ora vogliamo defiinirlo ancora "voto di protesta" allora attenti cari signorotti...... c'è circa il 10% degli elettori che protesta, e non si sa se domani diventerà il 20%, il 30%........il 50,1%!!!
Altra considerazione è sulle cosiddette alleanze.
Ormai ad ogni elezione, amministrativa o politica che sia, il cittadino si ritrova di fronte a schieramenti ed alleanze che sono le più varie, tra l'altro, almeno in ambito comunale, mascherate anche con le più fantasiose Liste Civiche. Innanzitutto mi chiedo come mai tutte queste liste civiche, forse perchè gli stessi candidati si vergognano spesso di presentarsi sotto il simbolo del proprio partito e quindi cercano di ingannare l'elettore con simboli diversi? O forse devo pensare che ogni candidato crea la propria lista per una pura sete di potere?
La cosa ancora più sconvolgente a cui assistiamo sono le alleanze tra partiti; infatti il cittadino elettore si aspetterebbe che se in un comune o una provincia ci sia una alleanza tra due o più partiti, la stessa alleanza la trova su tutto il territorio nazionale. Purtroppo così non è, infatti basta mettere a confronto le alleanze politiche di sinistra a Torino e Napoli tanto per fare un esempio, e che comunque la stessa situazione la si può trovare nella maggior parte delle alleanze fatte alla meno peggio nelle varie città d'italia sia a destra che a sinistra.
                                NAPOLI

DE MAGISTRIS LUIGI




DI PIETRO ITALIA DEI VALORI


LISTA CIVICA - NAPOLI E' TUA


RIFONDAZIONE COMUNISTA-COMUN. ITALIANI

PARTITO DEL SUD


MORCONE MARIO




PARTITO DEMOCRATICO


SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA'

LISTA CIVICA - LE COMPETENZE PER NAPOLI

CEN-SIN(LS.CIVICHE) - SOCIALISTI LAICI ECOLOGISTI VERDI

                                 
                                 Torino

FASSINO PIERO FRANCO RODOLFO





PARTITO DEMOCRATICO


MODERATI


SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA'


DI PIETRO ITALIA DEI VALORI


LISTA CIVICA - CONSUMATORI PER FASSINO


PENSIONATI E INVALIDI


LISTA CIVICA - PIEMONT EUROPA ECOLOGIA




La domanda nasce quindi spontanea: come mai alleanze tra partiti funzionano in alcune città e in altre no? Forse l'elettore che oggi vota un partito di una alleanza di sinistra deve aspettarsi che alle prossime elezioni  se lo ritrova in un'alleanza di destra? e se proprio questo risulta impossibile, l'elettore deve forse aspettarsi  alle prossime elezioni una nuova alleanza con nome differente da quello attuale per poter rimpastare uomini politici che oggi sono di destra e di sinistra? 
Bene, comunque siano e saranno le cose mi rendo conto che l'elettore italiano vive nel caos politico più assoluto.
Forse ora è anche più chiaro perché i politici hanno paura del 10% dei voti del movimento a 5 stelle..... perché è l'unico movimento che ha il coraggio di fare una lista dove veramente vengono condivisi gli obiettivi e i programmi, e non il classico raggruppamento politico che ha solamente sete di potere e di poltrone!!!
In definitiva penso che a queste elezioni, per quanto tutti gli esponenti di destra o di sinistra si uccidono nell'analisi dei risultati elettorali, cercando di dare delle motivazioni al loro scarso risultato e cercando di mettere in evidenza ognuno la propria vittoria e la sconfitta del rivale, penso che a tutti manca il coraggio l'onestà e l'etica politica di dire che questo non è un fallimento del partito o del raggruppamento politico ma è solo......... IL FALLIMENTO DELLA POLITICA ITALIANA!!! 
Insomma cari lettori, i nostri politici stanno veramente minando la democrazia del nostro paese, ed è questa la cosa che a me personalmente fa più paura.
Come sempre............ W l'Italia


P.S. Mi chiedo, come mai in nessuna TV, la pubblica compresa, non si è trasmessa nessuna intervista al promotore (attenti, no leader  ma promotore) del movimento a 5 stelle?

venerdì 1 aprile 2011

Veramente gli immigrati sono una emergenza da gestire?

Oggi vorrei portare due conticini semplici semplici. In questi giorni assistiamo a balzelli di cifre sugli immigrati Tunisini, dove dicono 5.000, 6.000, 9.000 immigrati. Io sono ottimista o forse pessimista, questo non lo so, ma per facilitare i conti dico che gli immigrati sono 10.000. Dall'altro lato, in Italia ci sono ben 150.000 chiese. La domanda nasce quindi spontanea; vista anche la vocazione umanitaria che la chiesa "dovrebbe avere"...... perchè non si sistemano i Tunisini nelle parrocchie delle rispettive chiese? Questo significa anche che ogni Tunisino avrebbe a disposizione 15 chiese, e potrebbe avere quindi anche la possibilità di scegliere.
C'è poi da tener conto che, molti in Italia non vogliono neanche rimanerci e in questo modo avremmo una suddivisione degli immigrati veramente equa sul territorio, dove ognuno di loro può essere facilmente aiutato e quindi integrato correttamente nel nostro paese, non escludendo neanche la possibilità di poter controllare eventuali Tunisini malintenzionati senza che questi arrivino a costituire aggregazioni che potrebbero diventare veramente pericolose specie in condizioni di ospitalità (se così si può definire) disumane.
Questo purtroppo non avviene e non vi nascondo che ho paura che il nostro Governo (ingovernabile) coglie anche questa volta l'opportunità per gestire flussi di denaro pazzeschi a favore di pochi e non di certo per gli immigrati, e chissà magari domani se ne escono con la costruzione di una "NEW TOWN" per soli immigrati........ vi dice niente questo parolone inglese?
Grazie per l'attenzione e sempre..... W l'Italia!!!

domenica 6 febbraio 2011

GRANDE UMBERTO

L'interessante intervento di Umberto Eco al convegno milanese di Giustizia e Libertà
Clicca e vedi

mercoledì 26 gennaio 2011

Grazie Gildo

Sono spaventato dal sapere di vivere in una "ipotetica società" dove la verità viene molto probabilmente coperta dalle più alte cariche istituzionali.
Il parroco Guy Noel è stato immediatamente trasferito in Congo subito dopo la scoperta del cadavere della povera Elisa...... come mai?
é mai possibile che bastano pochi spiccioli per accomodare delle denunce e dei processi?
è mai possibile che vengano indagati i giornalisti che hanno cercato di scoprire la verità?
è mai possibile che esistano dei poteri occulti che decidano quali persone "non devono" avere delle responsabilità nonostante ci troviamo di fronte l'omicidio di una povera ragazza?
Vogliamo stabilire allora quali sono le caste che devono essere protette a tutti i costi anche di fronte un omicidio?
Tutto questo mi porta a dire solo una cosa.... ho vergogna di dire che faccio parte di questa società; sì, ho vergogna perchè incomincia dal nostro modo di essere "sudditi dei potenti" che da modo loro di nascondere la verità!!!
Grazie Gildo per la grande lezione di civiltà e integrità morale che stai dando a tutti noi.

domenica 21 novembre 2010

Il mare cementificato (continuazione)


Rieccomi a scrivere sul mio blog scusandomi con i lettori per aver esagerato nel post precedente non rendendomi conto che non tutti possono avere la giusta pratica informatica per far funzionare correttamente gli strumenti informatici a cui ho fatto riferimento precedentemente.
Infatti mi sono adoperato per mostrare con delle semplici immagini, quello che si vedrebbe sul sito del Ministero dell'Ambiente facendo quindi le sovrapposizioni di ortofoto aeree e carte IGM (Istituto Geografico Militare). Come potrete ben vedere, in corrispondenza dei terreni dove non è stato edificato niente, la linea di costa tracciata sulla carta IGM corrisponde esattamente con quella visualizzata sulle foto aeree. Diversa e sconcertante situazione, troviamo in corrispondenza di quelle zone dove sono stati realizzati edifici industriali; infatti in corrispondenza di questi si può notare chiaramente come siano stati sversati nel mare quantità enormi di materiali di natura sconosciuta, spingendosi anche per 100-120m oltre la linea di costa originaria. 
In particolare, sulla quarta immagine si può notare come l'impianto di depurazione del paese, sia stato costruito addirittura per circa il 50% oltre la linea di costa originaria, e se consideriamo che un impianto di depurazione è un'opera pubblica, mi chiedo come l'amministrazione comunale abbia mai potuto controllare gli scempi fatti dai privati se non controlla neanche se stessa. 
Come ultima immagine è stata inserita una vista generale, dove si può notare in tutta la sua interezza lo scempio che è stato fatto su ben 4 km di costa. 
Vorrei inoltre ricordare che, ci sono Leggi dello Stato Italiano per la tutela ambientale, che impongono delle distanze minime dalle coste da rispettare per la realizzazione di qualunque manufatto.
Come dicevo nel precedente post, nel caso in cui una mareggiata spazza via tutto, possiamo continuare a sentirci dire dai nostri politici che l'evento eccezionale è la causa di tali disastri? Senza trascurare che, nel momento in cui tali calamità si verificano, è il cittadino stesso a dover pagare con le tasse i danni causati "dall'evento eccezionale".  Buona visione e sempre........... "W l'ITALIA"




Vista 1


Vista 2



Vista 3



Vista 4



Vista generale

mercoledì 10 novembre 2010

Il mare cementificato

Cementificazione? 
mi dispiace dirlo ma in italia siamo capaci di fare delle offese al territorio che hanno dell'incredibile.
Pensiamo alla cementificazione come quell'attività che ruba territorio legando il concetto di territorio alla terra ferma; e se vi dicessi che in italia siamo capaci di rubare e cementificare anche il mare? vi chiedete come? 
Ve lo dimostro subito, dovete avere solo un pochino di pazienza.
Cliccate sul seguente link (o fare un copia-incolla):
http://www.pcn.minambiente.it/viewer_33/viewer.htm?service=IGM25000_f33&box=610012.4995611629:4557325.638214491:624171.5253543506:4573933.283008114&fuso=33. 
A questo punto vi comparirà la carta IGM nella zona di Trani (BA) e bisogna fare lo zoom sul paese (anche utilizzando la rotellina del mouse), in particolare nella zona a nord del porto di Trani.
Adesso bisogna sovrapporre le ortofoto a colori alla carta IGM nel seguente modo:
A destra cliccare sull'icona "aggiungi servizio locale" e compare sotto un menù "Servizio" dove bisogna scegliere "ortofoto_colore_00_f33" o successivi e cliccare su "aggiungi servizi". Sulla sinistra saranno disponibili dei cursori utili per rendere trasparente l'ortofoto. In questo modo si nota come la linea di costa segnata sulla carta IGM (redatte più o meno negli anni 60) è arretrata rispetto alla linea di costa visibile sulla ortofoto fino a circa 120mt. Da notare come anche il depuratore sia costruito per circa il 50% su terreno che è stato depositato nel mare (spero almeno sia semplicemente terreno). Tecnica costruttiva che è stata utilizzata da tutte le aziende nate sulla costa che sicuramente a suo tempo avranno avuto tanto di permesso a costruire. Se consideriamo poi che alla prima mareggiata che spazzerà via tutte le aziende così costruite si parlerà sicuramente di "evento eccezionale" e che il tutto è visibile sul sito del Ministero dell'Ambiente, che dire...... W l'ITALIA!!!

La terra è in affanno ma........ l'Italia è in preda ad una crisi asmatica

In questi giorni stiamo assistendo ad alluvioni nel nostro paese considerate eccezionali. 
Il termine eccezionale viene utilizzato spesso dai nostri governanti quasi come per scrollarsi di dosso ogni responsabilità, e spesso noi cittadini, senza alcun spirito critico, prendiamo per buone certe affermazioni.
Purtroppo è l'incuria e la spregiudicatezza nei confronti dell'ambiente che ci porta a disastri di tali entità. Si lo so che molti pensano che una pioggia forte non dipende certo dai nostri governanti; se pensiamo però, a tutte le autorizzazioni rilasciate per alimentare un mercato corrotto e colluso, a tutte le cose che vengono realizzate nel nostro paese per poi essere etichettate come "cattedrali nel deserto", e se pensiamo a tutti gli sprechi di "energia/e" che ci sono nel nostro paese senza che queste vengano mai ottimizzate e razionalizzate perché il mercato impone di spendere per far crescere il PIL, e se pensiamo che tutto questo avviene con meccanismi malsani per ingrandire sempre più le tasche e le ricchezze di pochi per poi buttare sul lastrico la maggior parte dei cittadini, ebbene sì possiamo continuare a prendere per buone tutte le menzogne e le bugie che ci vengono raccontate giornalmente dai nostri politici. Certo i meccanismi malsani da analizzare per cercare di capire quale situazione critica stiamo vivendo sono tanti, e non è certo con questo post che posso analizzarli tutti ed in tutta la loro completezza. Cercherò quindi di spiegare quelle che a mio avviso sono le criticità di questo paese, in piccolo e forse anche in grande, in altri e successivi post, accettando volentieri anche di aprire discussioni e riflessioni su argomenti che qualche lettore di buona volontà avrà voglia di proporre.
Germano Spadino